Statistiche
google-site-verification: google582a9a21caba01ac.html

.


.

GALLERIA ONLINE di studioartgallery.it

prev next

Informativa sulla privacy aggiornata e conformità GDPR   -  VAI A LEGGERE LA NOSTRA GDPR


Ecco l'indice degli artisti le cui opere sono in nostro possesso o sotto nostra osservazione


Barzaghi Marco  30


Adolfo De Turris  20


Alessandra Pagliuca 20


Bicky pittrice 15


Giuseppe Portulano 15


Antonio Magnano 11


Ligra 11


Giuseppe Tabellini 10



VALUTAZIONE ARTISTI

INDICE Studioartgallery.it


Ogni artista da noi gestito od osservato ha un indice di valore.

Voi potete facilmente capire il valore di un'opera artistica,seguendo questa equazione:

L+h *indice studioartgallery.it

dove L=lunghezza opera

h=altezza opera

indice=valore numerico dato da Studioartgallery.it


L'indice viene calcolato come somma di altri indici:

partecipazione in fiere,eventi in gallerie, esposizioni museali parziali o permanenti, valore diversificato se gli eventi sono locali,provinciali,regionali,nazionali o internazionali.

Pubblicazioni su giornali e riviste con indice diversificato per importanza.

Valore medio di mercato, cioè valore medio delle vendite delle opere di un artista.

Ricordiamo comunque che studioartgallery.it applica “la garanzia di riacquisto” su alcune opere da lei vendute. Valore che può essere superiore al valore calcolato.



GUADAGNARE 

CON L'ARTE


E' il sogno di molti appassionati di arte, guadagnare con l'arte.

Tutti vorrebbero un Picasso. Per sperare di arrivarci bisogna percorrere un lungo tragitto, partendo da giovani talenti. I migliori collezionisti o galleristi, cioè quelli che hanno nozioni e studi adeguati, sono i più avvantaggiati. Gli altri, gli amanti dell'arte che seguono le mostre,le fiere, gallerie o siti internet di arte possono fidarsi del loro intuito.

Comprare un'opera di un giovane artista in ascesa può garantire una buona plusvalenza, con cui poter passare ad un acquisto più importante, opere di artisti storicizzati.

Naturalmente anche tra gli storicizzati c'è quello che aumenterà di valore e quello che scenderà.

Fare la scelta giusta ci permetterà di sperare in un acquisto importante, veramente importante.

Ho detto cose risapute,ma vi segnalandovi il nostro link dove potrete essere sicuri di guadagnare comprando arte e crearvi un secondo stipendio.


www.studioartgallery.it/arte


OLTRISMO NUOVA CORRENTE ARTISTICA

 dal dizionario Treccani. Oltrismo: La volontà di andare oltre, di ricercare soluzioni e posizioni innovative. 

Oltrismo? «Ma sì, ormai l’inventare storie nuove rispetto alla propria identità sembra diventato un destino. E invece da queste identità occorre partire per interpretare il presente» disse Mino Martinazzoli su Repubblica nel 2003 riferendosi alla trasformazione della Dc nel nuovo partito Margherita
OLTRISMO la necessità di andare OLTRE.
Nello specifico artistico del terzo millennio l'OLTRISMO è il motore che ci porterà fuori dalla stantia vacuità esistenziale dell'uomo immerso in un nichilismo statico ed estetico.
Salvatore D’Auria, in arte Sarossa. Il Maestro Sarossa, fondatore e massimo esponente dell’Oltrismo, corrente che cerca nella “nuova via”, l’uomo che vuole essere differente e quindi di agire irrazionalmente, rappresenta in modo esemplare l'OLTRISMO
Oltrismo quindi nuova corrente artistica, dimensione onirica che cerca l'armonia.
Dall'arte classica e contemporanea alla nuova era cibernetica e tecnologica nasce l'esigenza dell'irrazionale, si diffonde l'OLTRISMO.
Il nostro sito ospita il maestro LINDA GRANITO con otto sue opere che potete trovare nel negozio di studioartgallery.it. Tra colori stupendi e un innegabile magistrale tocco femminile, la Madre terra o la Donna Dea immerse nell'energia Divina LINDA GRANITO è perfettamente inserita nell'Oltrismo. Oltrismo cosmico, sidereo ad ispezionare l'infinito stellare che poi è l'infinito nostro interiore.





ADOLFO DE TURRIS





ARTISTI GIOVANI

SISTER -oilio su tela

di ALESSANDRA PAGLIUCA



CLEO

oilo su tela

di ALESSANDRA PAGLIUCA



 
 
 

PITTURA : ALESSANDRA  PAGLIUCA

La giovanissima artista ma già bravissima ritrattista è seguita da STARTGAL per le prospettive molto interessanti di miglioramento qualitativo e di rating essendo già conosciuta anche a livello internazionale


PITTURA:  ANTONIO  MAGNANO

Ruspante artista, dalla tecnica molto semplice,ma dai colori accattivanti.

Dalla incredibile produzione artistica che ne inficia il valore economico, dimostra che anche senza gli studi ognuno di noi può nutrirsi dell'arte cioè della vita.


FOTOGRAFIA :  STUDIOARTGALLERY

una breve raccolta di foto per invitare tutti gli artisti fotografi o gli appassionati di fotografia, scultori e chiunque voglia  ricercare nuove strade di espressione d'arte


Presentazione del nuoco quadro di STARTGAL museum  "SISTER" di Alessandra Pagliucae la giovanissima artista promossa da STARTGAL con la promozione dell'attività del museo

Video completo con biografia dell'artista ANTONIO MAGNANO,  dimostra la sua grandezza con l'umiltà del vero artista

La fotografia ha migliorato la pittura, l'evoluzione della perfezione fotografica e video, impongono nuovi modi di concepire la bellezza.


 




CERTIFICATO DAL MAGGIOR CRITICO D'ARTE D'ITALIA  la qualità della ricerca stilistica nell'esecuzioni delle foto di Marco Barzaghi




FOTO 



FOTOGRAFIA E PITTURA


Tra fotografia e pittura fu subito collaborazione.

Fu nel laboratorio fotografico di Nadar che avvenne la prima esposizione degli impressionisti.



Gli artisti impressionisti adottarono le inquadrature aperte tipiche della fotografia, riprese di ponti dal basso e strada dall'alto.

Esempio classico il quadro di Manet il “bar al le folies Bergere” dove una figura maschile si intravede di lato e in parte tagliate, taglio che non sarebbe mai stato fatto da un normale pittore ma da un fotografo si.



La fotografia può riprendere delle scene in sequenza e cosi Pisarro riprende in 13 modi diversi il Boulevard Montmartre.

L'esperto collezionista GIOVANNI COLOMBO SCRIVE SUL SUO BLOG:


NOMI E COGNOMI!!!
ORMAI E' IL MERCATO DELL'ARTE A FARE LA STORIA DELL'ARTE

C'è ormai una moltitudine di artisti che crescono nel giro di qualche anno e arrivano a costare anche 10/15 volte quello che costavano.
E' QUI CHE SI GIOCA TUTTA LA PARTITA.

I COLLEZIONISTI che SI ARRICCHISCONO PER DAVVERO puntano su questi.

Se guardate con attenzione, vi accorgerete che la maggior parte degli ARTISTI STORICIZZATI è ferma al palo ormai da anni. Provate a pensare ad artisti come Giuseppe Chiari, Mimmo Germanà, Vinicio Berti o Roberto Crippa, tanto per fare i nomi di grandi artisti STORICIZZATI che costano ancora nulla (ingiustamente!!!). Ma la lista sarebbe interminabile.

E poi vedi sempre più artisti EMERGENTI che nel giro di qualche anno arrivano a costare anche 20 volte quello che costano gli storicizzati.

NOMI E COGNOMI

VIK MUNIZ (dai 25 mila in su) ha la capacità di crescere in modo costante. E' uno dei nomi internazionali che crescerà di più nei prossimi anni. E' già trattato da importanti gallerie (anche se ad oggi non mi risulta esserci in Italia una galleria che lo tratti in esclusiva!!)

FABIO VIALE (dai 28/30 mila in su). Cresce e continuerà a crescere. E' uno dei nomi che indico ai miei clienti. So che non costa poco, ma per chi può permetterselo, crescerà ancora tanto. Lo tratta la galleria Poggiali. Come ho già detto, non spetta a me dire chi sia l'artefice delle sue opere. A me spetta indicare chi crescerà. E lui crescerà. Dicevo la medesima cosa di Atchugarry qualche anno fa.

AGOSTINO ARRIVABENE (trattato dalla galleria Bonelli) è uno di quei nomi destinato a crescere ancora sul mercato. Deve piacere, certo, e non costa poco, ma le sue quotazioni sono destinate a salire ancora in modo sensibile. Forse andava comprato qualche anno fa, ma crescerà ancora, questo è certo.

SIMONE DOMENICONI è uno di quei nomi che consiglio a tutti i miei clienti. Lo si compra ad oggi a cifre minime (3/6 mila euro). Queste sono le occasioni da non perdere. Lo trattano la galleria Paoli e la galleria Morotti. Crescerà molto.

ROBERTO CODA ZABETTA. Meglio sicuramente le opere figurative più tradizionali all'interno della sua produzione. Tralascerei, almeno per il momento, la produzione più recente, più sperimentale e meno caratterizzante. Anche lui è trattato dalla galleria Poggiali e Forconi.

Un caro saluto
Giovanni 




GIUSEPPE  PORTULANO

Giuseppe Portulano è un artista nel senso più puro del termine in grado di catturare l'attenzione della platea con pugnace ironia per condurlo nel gioco della creazione, mostrandone le fasi eppure senza mai svelare nelle minime componenti il meccanismo, bensì lasciando al riguardante la sensazione di averne compreso il significato e nell'attimo che lo afferra, l'opera assume una nuova definizione. 

Giuseppe è un artista libero dai vincoli dell'obbedienza ai canoni tradizionali, la sua poetica si distringue per la straordinaria duttilità del linguaggio espressivo, maturata sulla profonda ed analitica conoscenza dell'arte del passato. 

Nella serie “Codici” Portulano, come sua abitudine, destruttura lo spazio dell'azione pittorica per riorganizzarlo secondo un nuovo registro visivo, basato sulla rappresentazione razionale della realtà, ordinata in base a codici numerici usati per esprimere il proprio disinganno sugli avvenimenti ordinari e catastrofici desunti dell'attualità o per trasmettere messaggi criptati, commissionati dal riguardante, che diventa parte integrante del processo creativo. In questa operazione la tela assume la consistenza di una superficie mobile, luogo di condivisione delle reciproche riflessioni ed impressioni su tematiche specifiche, apparentemente, indifferenti finché rimangono celata dalla complicità dell'enigma, ovvero sin quando il rebus non viene sciolto dal destinario del messaggio. Ma Portulano è un innovatore sensibile alla lezione di Max Bill per cui 

la concezione matematica dell'arte non è la matematica nel senso stretto del termine è piuttosto una configurazione di ritmi e relazioni, di leggi che hanno una origine individuale allo stesso modo in cui la matematica ha i suoi elementi innovatori originari nel pensiero dei suoi innovatori”, e la sua anima anticonformista lo spinge ad ampliare la cerchia degli intercolutori chiamati a decifrare la fattualità rielaborata nel codice, divertendosi a lasciare tracce per svelare l'arcano. 

I Codici di Portulano sono raffigurazioni connotate da un cromatismo brioso e costituiscono il punto di partenza per ricostruire una presunta oggettività dalla relazione tra artista e osservatore, a ricercare nuove vie d'interpretazione alla complessità dell'esistere.




studioartgalleri@gmail.com                   

 startgal.video.museum@gmail.com